Lasagna alle carrube, sugo di lepre e fiori croccanti

La lasagna alle carrube mi girava per la testa, insistentemente, da quando ho visto un ragazzino che ne mangiava una per strada.

Sapete che le carrube sono chiamate il cioccolato dei poveri? Si, perché sono piuttosto dolciastre. Sarà per questo che piacciono tanto ai cavalli?

Volendo preparare una ricetta per il contest “La macchia nel piatto“, dove per macchia si intende quella mediterranea (e non quella che si autoproduce puntualmente il Doc sulla camicia fresca di bucato e stiratura), ho pensato di realizzare l’idea.

E fin qui va anche bene. La lasagna non è difficile, basta provare le dosi, affinché non sia troppo dolce, la compattezza dell’impasto perché non si sciolga in cottura. Ma il condimento?

Macchia mediterranea: immagino il verde acceso degli alberi, e vedo l’acacia. Poi quello appena più intenso e spento degli arbusti e delle erbette: sulla, glicine, mirto, rosmarino, ginepro. In mezzo alle erbe, un veloce lepre corre. No, in definitiva non era poi così veloce…

Carrube e fiori

Ingredienti per 4 persone:

  • due uova intere
  • 300 gr. di farina 0
  • 100 gr. di farina di carrube
  • un bicchiere di acqua tiepida
  • 20 gr. di sale
  • 10 bacche di ginepro
  • un rametto di rosmarino
  • un peperoncino piccante
  • uno spicchio d’aglio
  • mezzo cucchiaino di foglie di mirto
  • 300 gr. di carne di lepre già frollata e macinata
  • 30 ml. di aceto di vino rosso
  • 300 gr. di salsa di pomodoro
  • 40 gr. di foglie di sulla
  • una ventina di fiori di sulla ed acacia (oppure glicine, o sambuco)
  • 40 gr. di farina 00
  • un pizzico di pepe nero
  • 50 gr. di olio extra vergine di oliva

Scaldare in un tegame dai bordi alti metà dell’olio e soffriggervi l’aglio tagliato a metà e privato del germoglio interno, ed il peperoncino, poi schiacciarli e toglierli.

Mettere nel tegame la carne di lepre, rosolare e sfumare con l’aceto.

Unire metà del sale, la salsa di pomodoro e poca acqua.

Coprire con un coperchio e lasciare cuocere a fuoco lento.

Impastare la farina 0 e la farina di carrube con un uovo ed un tuorlo uova ed il sale rimasto, aggiungendo, poco per volta, l’acqua, fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico, non appiccicoso.

Tirare le sfoglie, con il mattarello o l’apposita macchina, e ricavarne dei cerchi da 10 cm. di diametro (o altre forme a vostra scelta)

Lessare laasta in acqua bollente per 5/6 minuti.

Tritare a mortaio il ginepro, il rosmarino ed il mirto ed aggiungerli al ragu insieme alle foglie di sulla ben lavate.

Lavare ed asciugare i fiori su carta assorbente, poi passarli nell’albume leggermente sbattuto con un pizzico dimpepe nero e nella farina e friggerli brevemente in olio bollente.

Alternare nel piatto 4 lasagne ad altrettanti strati di ragu.

Completare con i fiori croccanti e qualche foglia di sulla.

Lasagna c1

 Banner-contest-La-Macchia-nel-Piatto_300dpi

 

2 pensieri su “Lasagna alle carrube, sugo di lepre e fiori croccanti

  1. Sono corsa sul tuo blog dopo aver visto la ricetta sul gruppo Aifb di fb.
    E’ un piatto bellissimo, complimento.
    Piacere anche di conoscerti. Piano piano faccio un giro tra gli associati, cercandovi tra l’elenco sul sito Aifb, ma oggi sono stata attirata direttamente dai profumi e dai colori.
    In bocca al lupo per il contest.
    Ciao,
    Tiziana

Rispondi