Castagnole in bagna di rhum

Non c’è Carnevale senza castagnole, ma confesso che le preparo anche in altri periodi dell’anno: mi piace sperimentare nuovi sapori, come l’aggiunta di un pizzico di cacao nell’impasto, o la copertura di glassa al cioccolato o caramello.

In questa variante, le ho immerse in una bagna di rhum. Ottime!

Ingredienti:

  • 150 gr. di farina,
  • 50 gr. di fecola,
  • 1 uovo e 1 albume,
  • 50 gr. di zucchero,
  • la scorza grattugiata di un limone,
  • un cucchiaino raso di lievito per dolci,
  • un cucchiaio di olio evo,
  • un pizzico di sale,
  • olio per friggere.

Per la bagna: un bicchiere di rhum, un bicchiere di acqua, due cucchiai di zucchero.

Sbattete leggermente l’uovo e l’albume con lo zucchero, unite la farina e la fecola setacciate con il lievito, poi la scorza grattugiata ed impastate bene aggiungendo l’olio ed in ultimo il sale.

Lasciate riposare l’impasto per mezz’ora, poi formate delle palline della grandezza di una noce e friggetele in abbondante olio.

Portate a bollore l’acqua con lo zucchero; se volete eliminare parte dell’alcool, unite anche il rhum, diversamente aggiungetelo allo sciroppo freddo.

Mettete la bagna in una ciotola che contenga le castagnole di misura, ed immergetele nella bagna rigirandole ogni tanto.

Sono veramente molto buone, queste castagnole, ma attenzione: una tira l’altra!

 

 

 

Rispondi