devil

La mia Devil Food Cake per il Club del 27

La Devil Food Cake è piuttosto conosciuta.

Il Club del 27 non ancora e adesso vi spiego cos’è.

Ogni mese partecipo all’ MTChallenge, la sfida gastronomica più longeva del web, ma anche il gruppo più folle e scatenato di cucinieri compulsivi.

Collegato alla sfida mensile è il “tema del mese” che comprende un elenco di ricette attinenti alla preparazione in oggetto.

Ognuna di queste ricette può essere realizzata da una sola persona (la più svelta a sceglierla), che sarà seguita passo passo dai tutor con ogni mezzo disponibile e da ogni luogo conosciuto, Singapore compreso, e sarà poi pubblicata sul sito dell’MTChallenge.

Per farvi capire quanto siano (siamo) folli gli MTChallengers, sappiate che c’è chi mette la sveglia e si piazza davanti al sito con il dito già puntato, in attesa dell’uscita del post con l’elenco delle ricette, pur di accaparrarsene una e mettersi alla prova.

Però c’è anche chi alle 9 è già al lavoro, oppure sta guidando, sta facendo la doccia ai figli, cantando sotto la pioggia, smacchiando giaguari, o pettinando bambole. O magari, ha fatto le ore piccole la sera prima e proprio-gna-fà.

Per tutti questi poveri sfigati, nello spirito di collaborazione e partecipazione che da sempre anima questo gruppo, è nato il Club del 27, che offre ai partecipanti l’opportunità di riproporre le ricette mancate. (Il banner ê opera di Francesca Carloni)

Io, che sono una degli sfigati (il 7 del mese alle 9 è il momento che dedico a farcire i chicchi di riso), faccio molto felicemente parte del gruppo e, altrettanto felicemente, vi offro il mio primo contributo:

Devil Food Cake

per due teglie da 18cm ( 20 cm )

per la torta

  • 220 ml di latte
  • succo di 1 limone piccolo
  • 225 gr di farina
  • 50 gr di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di bicarbonato ( io un poco meno di un cucchiaio )
  • 100 gr di burro
  • 250 gr di zucchero di canna
  • 3 uova

per la farcitura (e copertura)

  • 300 gr di cioccolato fondente
  • 300 gr di panna acida (in alternativa si fa in casa con 500 ml di panna 1 vasetto di yogurt e succo di 1 limone )
  • per preparare in casa la panna acida, basta unire in un contenitore la panna, lo yogurt e il succo di limone e lasciarlo a temperatura ambiente per 24ore.

Procedimento

per la torta

mettere il succo di limone nel latte e lasciarlo riposare per 1 ora circa.

setacciare la farina il cacao e ìl bicarbonato.

montare il burro con metà dose di zucchero di canna e una volta spumoso aggiungere un uovo alla volta alternando allo zucchero rimanente e alla farina, aggiungere a questo punto a filo il latte .

dividere il composto in due teglie precedentemente imburrate ed infarinate e cuocere per 30 min. a 170 °( fare prova stecchino devono essere umide all’interno )

per la farcia

tritare il cioccolato sciogliere a bagnomaria o al microonde ed aggiungere fuori dal fuoco la panna acida e lo zucchero

N.B. il cioccolato e la panna devono essere alla stessa temperatura .

per il montaggio della torta

una volta estratta la Devil Food Cake dal forno, lasciarla riposare 10 minuti nella teglia, poi capovolgerla su una gratella e farla raffreddare completamente.

una volta raffreddata,  tagliare la base  in due parti . fare lo stesso con l’altra torta, in modo da ottenere 4 dischi : spalmare la crema all’interno e all’esterno

26 pensieri su “La mia Devil Food Cake per il Club del 27

    1. Il Doc sostiene che merita uno strappo alla dieta. In effetti, se l’è scofanata in tre giorni e ora è sulla bilancia che piange. Quasi quasi gliene farei un’altra per consolarlo 😉

  1. Goduriosa… 😉 che le vuoi dire d’altro ad una torta così? Viene voglia di assaporarne una fetta con un buon caffè nero… non so perché…ahahahah …un abbraccio grande 🙂

  2. Ecco un’altra sfigata a rapporto!!!!! Mai riuscita a prendere uno di questi temi del mese….sono contenta di poterli fare tutti piano piano e ancora di più di condividere insieme a tutte voi!!!!

  3. beh, è una meraviglia! La assaggerei volentieri, è una di quelle che mi intrigava di più, ma qui qualcuno il cioccolato lo vuole solo a piccole dosi, e mi tocca adeguarmi. Complimenti Anna Laura, di cuore.

  4. ciao cara, la devil’s food è una torta davvero peccaminosa ma così buona che è davvero difficile resistere. Strana questa cosa che non riesco a visualizzare la foto della tua torta ma son sicura che tu l’abbia realizzata perfettamente.

  5. Ero indecisa tra questa e la Yellow, ma non avendo mai fatto nemmeno un pan di spagna fino ad adesso, ho optato per quella che a mio parere era la più facile. La tua sarà la prossima che farò, sperando di ottenere la stessa eleganza che c’è nella tua layer.

Rispondi