la mia salade bernhardt

La mia salade Bernhardt per il Club del 27

La mia salade Bernhardt segue la ricetta di  Patrizia Malomo tratta da Insalata da Tiffany, un libro dell’MTChallenge che non può mancare nelle librerie.

La salade Bernhardt è stata realizzata per il tema di maggio del Club del 27, un’altra delle nostre iniziative assolutamente folli e conseguentemente divertentissime, che ogni mese ripropone vecchie sfide dell’MTChallenge, in modo che ognuno di noi possa replicare i piatti che in quell’occasione sono sfuggiti.

In questo caso si parla di insalate e con i primi caldi e la prova costume a due passi, come non sfruttare l’occasione?

Per la serie: dateci una scusa e ne approfittiamo subito.

La mia Salade Bernhardt di Patrizia Malomo

Ingredienti

100g di lattughino (io valerianella)
100g di spinaci freschi
4 uova
2 patate medie
1 manciata generosa di Olive Taggiasche
12 fiori di Cappero (cucinci) in salamoia
16 acciughe sott’olio
8 fettine di pane Ciabatta (io pancarré integrale autoprodotto)
Olio extra vergine di oliva
Fleur de Sel qb

Per il Condimento

4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
4 cucchiai di panna fresca
2 spicchi di aglio
Sale grosso qb
1 rametto di timo fresco
10 foglie di menta
Miscela di 4 pepi

Procedimento

Per il Condimento
Pulire l’aglio eliminando buccia ed anima centrale. Immergete gli spicchi in acqua bollente per qualche minuto, metteteli quindi in un mortaio insieme ad un pizzico di sale grosso ed iniziate a pestare, fino ad ottenere una purea. Aggiungete quindi la panna e l’olio a filo continuando a pestare. Quando avrete ottenuto un composto perfettamente liscio, aggiungete le foglioline di timo e quelle di menta tagliate in una julienne finissima e il pepe.

Per l’Insalata
Fate rassodare le uova, immergendole in un pentolino di acqua fredda, facendole bollire per 10 minuti. Raffreddatele sotto acqua fredda corrente, sbucciatele e tenetele da parte.

Lavate bene le patate sotto acqua corrente, lessatele in acqua leggermente salata, e scolate prima che si disfino, sbucciandole fintanto che sono calde e tagliandole a dadini non troppo piccoli.

Lavate ed asciugate il lattughino e gli spinaci freschi, meglio se novelli.

Tagliate a pezzetti le acciughe (se preferite potete usarle arrotolate).salade berndhart

Dissalate i fiori di cappero.

Tagliate le uova sode in quarti.

Tostare sotto il grill le fette di pane Ciabatta, conditele con olio extra vergine di oliva e tanto Fleur de Sel quanto basta.

Composizione

Disporre lattughino e spinaci sul fondo del piatto, spargere i dadini di patata, le uova a spicchi, le acciughe, le olive taggiasche, sistemate i fiori di cappero in modo decorativo, condite con la salsa all’aglio e accompagnare l’insalata con i crostini all’olio.

13 pensieri su “La mia salade Bernhardt per il Club del 27

Rispondi