Orate fratres – un gradito sacrificio con #sousvideAlladin

Orate, nel senso di “pregate”, con tenerezza e devozione.

Si, mi commuovo al pensiero di quelle due tenere orate che si sono sacrificate per me.

Però, in fondo, non le ho pescate io.

E poi erano incredibilmente buone.

Indescrivibilmente morbide.

E profumate: tanto! Sapete quel profumo di mare pulito, fresco, insomma buono? Non quell’odore di pesce cucinato che non è poi tanto gradito, quando aleggia per giorni in cucina. Come si può ottenere questo? Si può, si può.

Il martedì ed il venerdì, il mio pescivendolo riceve il pesce fresco e manda il garzone, con l’Ape, a fare il giro dei residence un po’ fuori mano, come il mio. Martedì scorso aveva delle belle orate, squame lucide ed occhi brillanti, così le ho prese (il ragazzo, bene addestrato, le pulisce lì al momento. Adoro.)

Inserite nel menu serale, da fare al cartoccio, con un contorno di insalata o di verdure miste, non avevo ancora deciso. Nel dubbio, mi son fatta portare zucchine, pomodori e peperoni.

Alle 19 mi accingo a preparare la cena. Il Doc, mio coinquilino a vita, riceve una telefonata e mi comunica: “sta per passare un collega con la moglie, vengono a salutarci, ma non si fermano a mangiare.”

Oh, la gioia profonda mi pervade. E adesso, chi prepara le orate?

Ma se fai la domanda giusta, c’è sempre una risposta. Nel mio caso, la risposta è stata #sousvideAlladin.

Ingredienti per 2 persone:

  • due orate eviscerate
  • un limone
  • erba cipollina
  • origano
  • maggiorana
  • semi di finocchietto selvatico
  • sale grosso
  • pepe bianco
  • olio extra vergine di oliva
  • un peperone
  • una zucchina
  • due pomodori ciliegini

Tritare le erbe con il sale ed il pepe.

Farcire le orate con un pizzico del composto e due fette di limone.

Sistemarle nella teglia del #sousvideAlladin leggermente unta di olio extra vergine di oliva.

Spruzzarle con succo di limone.

Aggiungere le verdure tagliate a tocchetti, senza salarle (meglio aggiungerlo dopo, per salvaguardare la croccantezza delle verdure in cottura).

Fare il sottovuoto con l’apposito compressore del #sousvidealladin ed infornare a 160° per 35 minuti.

Andare a ricevere gli ospiti e dimenticarsi le orate.

Quando gli ospiti saranno andati via, gustare le orate in tutto il loro splendore.

Orate fratres (1)

***se siete interessati al sistema di cottura #sousvideAlladin, contattatemi su info@eatparadeblog.it***

Trovate le orate in sottovuoto e altre ricette, insieme a suggerimenti e notizie, anche sulla pagina Facebook: EatParadeBlog

Rispondi