Panini con uvetta

Panini con uvetta: quand’ero bambina li mangiavo spesso; trascorrevo le vacanze da mia nonna, in un paesino dell’alto Piemonte, e tutte le mattine andavamo a prendere la michetta per la mia merenda e il panino all’uvetta per la colazione.

Ancora oggi li associo al profumo di quella panetteria, all’aroma delle brioche e dei cornetti, alla doratura delle pagnotte appena sfornate, al calore che proveniva dal forno. Con questa ricetta di semplicissima esecuzione ho ritrovato tutti quei ricordi. Per un attimo, con gli occhi chiusi, mi sono sentita nuovamente piccina. Spero di trasmettervi, anche solo in parte, le stesse magnifiche sensazioni.

  • 500 gr. di farina 00;
  • 215 ml. di latte;
  • 20 gr. di lievito di birra;
  • 35 gr. di burro;
  • 25 gr. di zucchero;
  • mezzo cucchiaino di sale;
  • 150 gr. di uvetta

Ammollate l’uvetta in acqua tiepida.

Sciogliete il lievito in poco latte intiepidito con lo zucchero, poi unite il resto del latte e la farina.

In ultimo unite il burro ammorbidito e l’uvetta, asciugata ed infarinata.

Coprite l’impasto e lasciatelo riposare per un’ora, coperto da uno strofinaccio.

Date due giri di pieghe, poi lasciate nuovamente lievitare per un’altra ora.

Suddividete l’impasto in 15 pezzi (o meno, se li preferite più grandi), ed arrotondateli a palline, disponendoli sulla placca ricoperta da carta forno.

Cuocete per 30 minuti a 220°.

Gustateli ad occhi chiusi, e pensate al profumo ineguagliabile di una panetteria in un minuscolo paesino di montagna: è il consiglio di EatParade

 

 

 

 

Rispondi