Pesche e pesche

Perché chiamarle pesche e pesche?

Semplicemente perché la crema di farcitura delle conosciutissime pesche finte, è al gusto di pesca.

Per la preparazione ho voluto provare una ricetta diversa dalla solita. Stavolta ho copiato dal volume 13 della Enciclopedia della Cucina Italiana. Ecco ingredienti e procedimento:

per l’impasto:

  • 400 gr. di farina,
  • 150 gr. di zucchero,
  • 180 gr. di burro,
  • 1 bustina di lievito per dolci,
  • 10 gr. di fecola,
  • 0,5 dl. di Sassolino,
  • 3 uova,
  • 3 cucchiai di latte.

per la farcitura:

  • 200 gr. di crema pasticcera,
  • 2 pesche succose, sbucciate e tagliate a pezzetti e lasciate macerare con un cucchiaio di zucchero.

per la guarnizione: alchermes, zucchero semolato.

Preparate la pasta unendo la farina con 150 gr. di burro fuso, lo zucchero, la fecola, le uova, il liquore ed il lievito.

Formate con la pasta 8 palle, tagliatele a metà e sistematele su una placca unta con il burro rimasto (io ho utilizzato uno stampo in silicone a semisfere, mettendo al centro mezzo guscio di noce per creare l’incavo da farcire con la crema).

Cuocetele nel forno già caldo a 180° per 15 minuti, poi lasciatele raffreddare.

La ricetta originale suggerisce di farcirle con crema e cioccolato; io ho preferito utilizzare una crema pasticcera alla quale ho aggiunto le pesche frullate (ho lasciato qualche pezzettino intero).

Passate le “pesche e pesche” nell’alchermes, poi nello zucchero semolato.

Si possono utilizzare tranquillamente le pesche sciroppate e altro liquore a scelta, al posto del Sassolino.

Ho trovato questo impasto molto buono, piacevolmente friabile e di facile realizzazione.

Provate anche voi!

Da EatParade con gusto!

 

 

Rispondi