Pollo alle prugne

Il pollo alle prugne è nato, nella mia cucina, quando un’amica mi ha raccontato di un fantomatico piatto mangiato in un ristorante, di cui non sapeva darmi altre indicazioni se non: era carne bianca, e c’erano albicocche secche.

Non so altro, ma era squisito.

Un po’ poco, direi, ma era un inizio. L’unica carne bianca disponibile era del pollo (cosce e poco altro) e, in mancanza di albicocche secche, potevo disporre di prugne. In fondo si assomigliano. Anzi, le prugne sono meno dolci e, secondo me, ci stavano ancora meglio. Il resto della preparazione era tutto da inventare.

Alla fine il pollo alle prugne è piaciuto più dell’originale, con mia grande soddisfazione!

Ingredienti: 4 cosce di pollo con sovracoscia e senza pelle, 150 gr. di prugne secche, una grossa noce di burro, meglio se chiarificato, una decina di granelli di pepe bianco, un pizzico di zenzero, un rametto di rosmarino, mezzo cucchiaino di sale grosso rosa, un pizzico di curcuma, un bicchierino di vermouth bianco, una piccola cipolla bianca, un po’ di farina.

Snocciolare le prugne e metterle a bagno con il bicchierino di vermouth.

Tritare al mortaio il rosmarino, il pepe, il sale. Unirli a zenzero e curcuma e miscelare il tutto alla farina.

Soffriggere la cipolla affettata sottilmente nel burro, senza farla dorare.

Passare le cosce di pollo nella farina con gli aromi, poi rosolarle nel burro da tutti i lati.

Scolare le prugne e versare il bicchierino di vermouth nel pollo. Lasciare evaporare per dieci minuti, poi aggiungervi le prugne.

Cuocere ancora cinque minuti con il coperchio.

Impiattare il pollo alle prugne, ed irrorarlo con il condimento. Se si desidera un sugo più denso, si può aggiungere poca farina con erbe ben setacciata a fine cottura.

Da EatParade con gusto.

 

Rispondi