Ravioli dolci alla cotognata, quella rimasta

Quando ho nascosto un vasetto di cotognata, l’ho fatto pensando ai ravioli dolci che, prima o poi, avrei preparato.

Se avessi lontanamente immaginato la riuscita finale, ne avrei nascosti tre o quattro. La cotognata è fantastica, e questi ravioli dolci sono la morte sua. Sono pieni di gusto, sono fritti, sono ricoperti di zucchero, hanno tutto per farci malissimo e, di conseguenza, per piacerci da matti. Ai danni, ripareremo in seguito. Prometto che la prossima ricetta sarà a base di verdure scondite.

Ingredienti:

  • 250 gr di farina 00
  • 1 uovo intero
  • 30 gr di burro
  • 25 ml.di vermouth
  • 40 ml. di latte
  • 100 gr di zucchero
  • cotognata
  • olio per friggere
  • zucchero a velo per guarnire

Formate la fontana con la farina e mettete al centro l’uovo leggermente sbattuto con lo zucchero e il vermouth.

Iniziate ad impastare, poi aggiungete il burro ammorbidito e, poco per volta, il latte, fino ad ottenere un impasto compatto e liscio.

Formate una palla e lasciatela riposare, coperta da un canovaccio, per mezz’ora.

Stendete sottilmente l’impasto (3 mm. di spessore) e ricavatene delle strisce lunghe 8 cm. e larghe la metà, ritagliandole con l’apposita rotella.

Mettete un cucchiaino di cotognata su metà della striscia e richiudete l’altra metà, sigillando bene i bordi. Volendo, potete spennellarli con poco uovo sbattuto.

Friggeteli, poco per volta, in abbondante olio: basteranno 2/3 minuti.

Spolverateli, appena intiepiditi, con zucchero a velo, o semolato.

 

La mia pagina su Facebook: EatParadeBlog

 

 

1 pensiero su “Ravioli dolci alla cotognata, quella rimasta

Rispondi