Risotto porcini e zafferano

E’ stata un’ottima annata per i porcini che sono sempre buoni, sia freschi che essiccati:  hanno un sapore ed un profumo inebrianti, per cui oggi si prepara risotto porcini e zafferano.

Il porcino silano, in particolare, ha delle caratteristiche, dovute al territorio ed all’ambiente in cui nasce, che lo rendono speciale; tanto che è stato recentemente chiesto il marchio IGP.

Lo zafferano aggiunge un tocco di colore ed un retrogusto leggermente speziato, che non altera l’aroma dei funghi, al contrario, lo esalta.

Per questo piatto servono:

  • 250 gr. di porcini calabresi freschi, o 150 gr. di porcini essiccati
  • 250 gr. di riso arborio,
  • una bustina di zafferano,
  • un litro di brodo leggero di verdure,
  • due spicchi di aglio,
  • mezza cipolla bianca,
  • prezzemolo tritato,
  • olio, burro.

Si fanno ammollare i funghi essiccati in acqua tiepida.

Si porta il brodo ad ebollizione.

In un tegame ampio si fanno soffriggere gli spicchi d’aglio, poi si schiacciano e si tolgono.

Si fa appassire la mezza cipolla tagliata fine, senza farla dorare. Appena diventa trasparente, si aggiunge il riso.

Si lascia tostare per 2/3 minuti, poi si aggiungono due mestolate di brodo.

Dopo 6/7 minuti si aggiunge altro brodo con lo zafferano, mescolando bene il riso.

Subito dopo si aggiungono i funghi ben strizzati.

Se necessario, si porta a cottura con dell’altro brodo. Non deve essere troppo asciutto.

Il risotto porcini e zafferano non va rimescolato troppo spesso, giusto il necessario per evitare che attacchi al tegame.

A fine cottura, a fuoco spento, si unisce una noce di burro e si rimescola bene per amalgamarlo.

Si serve con una spolverata di prezzemolo tritato.

La mia FanPage su FB

 

 

 

Rispondi