Scaloppine ai funghi

Le scaloppine ai funghi sono arcinote e gradite ovunque.

Però non è semplicissimo ottenere delle scaloppine davvero tenere: è piuttosto comune l’effetto “suola”.

Per avere fettine squisite è importante il taglio di carne: fettine sceltissime di vitello, girello di coscia, oppure, volendo usare carne di maiale, va benissimo la lonza.

Calcolatene due per ogni commensale. Poi ci serviranno: 100 gr. di funghi porcini (se usate quelli secchi, metteteli a mollo in acqua fredda), olio evo, una noce di burro, farina 00, sale, pepe nero, uno spicchio di aglio, prezzemolo tritato, un bicchiere di vino bianco.

Battete le fettine leggermente con il batticarne, poi mettetele a marinare nel vino bianco.

Scaldate l’olio in un tegame e soffriggete l’aglio. Schiacciatelo e toglietelo.

Insaporite i funghi nell’olio caldo, aggiungete poco sale e poca acqua e lasciateli cuocere, coperti, per una decina di minuti. A fine cottura unite il prezzemolo ed il pepe.

Scolate ed asciugate le fettine, passatele nella farina scuotendo l’eccesso e rosolatele velocemente in olio e burro molto caldi.

Aggiungete il vino e fate sfumare, fino a quando si sarà formato un sughetto denso (eventualmente unite altra farina, ben setacciata per evitare grumi).

Togliete le scaloppine, aggiungete i funghi e cospargete con il sughetto.

Consumate le scaloppine ai funghi subito, appena cotte, perché raffreddando induriscono inevitabilmente: è un consiglio da EatParade con gusto!

Rispondi