Taralli dolci glassati – panorama di neve

Effettivamente, questi taralli dolci, con la loro glassa bianca, sembrano delle collinette innevate.

Ma quanto è bella la neve, quando c’è il sole?

E quanto sono buoni i taralli, quando c’è la glassa?

Ecco, non resta che prepararli, con questi ingredienti:

  • mezzo chilo di farina 00
  • 6 uova
  • 80 gr. di olio di semi di girasole
  • un pizzico di sale
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • mezzo cucchiaino di succo di limone
  • 300 gr. di zucchero a velo

Sbattete le uova (meno un albume) con il sale, poi aggiungete l’olio.

Setacciate il bicarbonato con la farina, unite qualche goccia di succo di limone e cominciate ad impastare, a mano, o con la planetaria.

Quando l’impasto sarà liscio e compatto, suddividetelo in venti pezzi, (anche meno, se li preferite più grandi), arrotondateli a palline e bucateli al centro allargando il foro con le dita.

Fateli bollire, pochi alla volta, in acqua fino a quando saliranno a galla.

Scolateli bene e lasciateli intiepidire sulla teglia ricoperta da carta forno.

Nel frattempo portate il forno a 180°, poi cuocete i taralli per 20 minuti circa, dovranno dorarsi leggermente.

Sciogliete lo zucchero a velo con l’albume; se risultasse troppo denso potete aggiungere qualche goccia d’acqua.

Ricoprite i taralli con la glassa e lasciatela indurire. Volendo, potete decorarli con monpariglia, o codette colorate.

A me piacciono bianchi, in versione montanara…

 

Venite a trovarmi sulla mia pagina Facebook: EatParadeBlog

5 pensieri su “Taralli dolci glassati – panorama di neve

Rispondi