Torta pasqualina monoporzione con uova di quaglia

La torta pasqualina è sempre presente sulla tavola di Pasqua, o per la gita di pasquetta.

C’è da dire, però, che la vera torta pasqualina è sempre più rara da trovare. Parlo di quella originale, fatta con più sfoglie, con le bietole, con gli strati di ripieno ben separati. Ormai si fa con impasti già pronti, con pasta sfoglia, con formaggi di vario tipo, con carciofi, spinaci, zucchine e piselli, e addirittura una versione dolce, che con la pasqualina ligure ha in comune sono l’uovo.

Anche la mia versione di torta pasqualina è molto diversa dall’originale ligure: dovendo accontentare i gusti di più persone, e volendo una versione più “pratica”, ho optato per le monoporzioni.

Ovviamente, anche l’uovo è in proporzione; quindi, uova di quaglia!

Oggi voglio riproporla per onorare degnamente la giornata dedicata dal Calendario del cibo Italiano a questa tradizionale preparazione.

Ingredienti:

  • 250 gr. di pasta brisée,
  • 120 gr. di bietole,
  • 150 gr. di ricotta pecorina,
  • 30 gr. di parmigiano grattugiato,
  • 6 uova di quaglia,
  • olio evo,
  • uno spicchio d’aglio,
  • un peperoncino piccante (si può sostituire con un pizzico di pepe),
  • sale.

Soffriggere l’aglio ed il peperoncino nell’olio, poi schiacciarli e toglierli.

Lavare e tagliuzzare le bietole, poi farle appassire nell’olio. Aggiungere un bicchiere d’acqua ed il sale, e cuocere per mezz’ora.

Fare raffreddare, strizzare bene e mescolare con la ricotta ed il parmigiano.

Stendere la pasta brisée, tagliarla con un coppapasta rotondo e foderare 6 pirottini per muffin.

Riempire fino a 3/4 con il ripieno preparato, poi formare una fossetta al centro e rompervi delicatamente l’uovo di quaglia.

Ritagliare altri 6 dischi di brisée e ricoprire le tortine chiudendo bene i bordi.

Infornare a 200° per 40 minuti.

Ecco la torta pasqualina monoporzione con uova di quaglia, pronta per la gita di pasquetta.

Da EatParade con gusto!

 

8 pensieri su “Torta pasqualina monoporzione con uova di quaglia

  1. Mi piace molto l’idea della monoporzione e si presta benissimo a qualsiasi menù o a gusti diversi, pensare che le uova di quaglia le avevo cercate anch’io senza trovarle
    Grazie e tanti auguri

  2. ci credi se ti dico che io lavoro meglio la sfoglia della pasqualina che la brise’? ancora di piu’ nelle piccoline, dove metto un foglio solo (ci drappeggio sopra i lembi di quello di sotto, alla fine sembra che abbia fatto chissa’ quanti strati). E’ elastica, non si rompe, tiene benissimo in cottura e cuoce benissimo anche sotto (mentre la brise’ mi frega, se non faccio la pre cottura in bianco )
    Pero’ le uova di quaglia nelle piccoline le metto anche io.. chiedo a mia nonna di rivoltarsi nella tomba prima, cosi non mi vede (e non vede il conto!!!) 🙂 e procedo 🙂

Rispondi