Baci di dama con nocciole e con cacao

Baci di dama
Vai alla ricetta

Per accompagnare il caffè, o il tè del pomeriggio, niente di meglio dei baci di dama.

Conoscete i baci di dama? Sono nati nella metà dell’800, forse per accontentare un desiderio di Vittorio Emanuele II, o sono stati creati ancora prima dai pasticceri di Tortona?

Qualunque sia la loro origine, hanno ottenuto il riconoscimento di Prodotto Agroalimentare Tradizionale della regione Piemonte.

Nella versione standard contengono, oltre a farina, burro, zucchero e cioccolato, soltanto le mandorle.

Io ho voluto provare le varianti con nocciole e con cacao.

In alternativa, si può usare uno stampo in silicone come QUESTO.

4 commenti su “Baci di dama con nocciole e con cacao”

  1. La versione “negretta” trovo sia perfetta, col sapore della nocciola il cacao si sposa bene. Qui tu metti anche mandorle…io con le mandorle insieme non ho mai provato. Vabbè dai vengo a prendere sto caffè da te!

  2. Con il cacao mai provati… ma immagino che siano spaziali in ogni caso. Il raffreddamento pre-cottura è essenziale, l’unica volta in cui, per la fretta, l’ho tralasciato mi si sono sdraiati sulla teglia 🙂

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.