Cantucci alle mandorle

I cantucci alle mandorle in genere li preparo per i cestini di Natale.

Sono, senza dubbio, tra i biscotti migliori, sempre graditi, si conservano a lungo. Ciò non toglie che siano spesso nella biscottiera, per un the dell’ultimo minuto o un caffé tra amiche, anche in altri momenti dell’anno.

Tra le tante ricette, più o meno tradizionali che ho avuto modo di provare, questa è la mia preferita:

  • 300 gr. di farina 00,
  • 300 gr. di zucchero,
  • 50 gr. di burro (io in realtà uso lo strutto, sono più friabili),
  • 120 gr. di mandorle (non tostate, le preferisco, e le lascio quasi intere),
  • scorza grattugiata di arancia o limone, mezza bustina di lievito per dolci (o 3/4 gr. di bicarbonato, ma a me non piace),
  • 3 uova,
  • un pizzico di sale.

Lavoro a spuma il burro (strutto) con lo zucchero, sbatto le uova, unisco alla farina setacciata con il  lievito e la scorza, il sale, poi amalgamo le mandorle.  Formo dei filoncini, li metto in teglia su carta forno, spennellati con uovo sbattuto, a 180° per una ventina di minuti. Poi li taglio (coltello affilato, un colpo netto senza tentennamenti, se no si sbriciolano) e li rimetto in forno per un’altra decina di minuti… dipende da quanto li volete “spaccadenti”. In ogni caso, più duri sono, meglio si gusteranno inzuppati nel vinsanto!

4 pensieri su “Cantucci alle mandorle

  1. ciao ma se raddoppio le dosi devo farlo anche con il lievito?cosa succede se tosto le mandorle’posso agg gocce di cioccolato fondente?

    1. Ciao carissima, grazie per la tua visita! Il lievito non lo raddoppierei, (volendo puoi usare il bicarbonato, non più di 5 grammi per la dose doppia). La tostatura delle mandorle è una scelta personale: a me piacciono più morbide e la lascio al naturale, ma puoi tranquillamente tostarle. Puoi aggiungere le gocce di cioccolato, diminuendo le mandorle, ma temo che poi al momento del taglio le troveresti sciolte… Se provi, fammi sapere!

    1. Ciao! Innanzitutto grazie per averli provati, sono contenta che ti siano piaciuti. Vanno tagliati subito dopo la prima cottura, quando sono ancora un po’ morbidi e caldi (eventualmente toglili dal forno un attimo prima). Buone Feste!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.