Coniglio con olive e pomodori ciliegini in umido

Coniglio con olive

Quando frequentavo le scuole elementari, a volte andavo a fare i compiti da una compagna che abitava vicino a me. Aveva un coniglio che adorava, si chiamava Fuffi.

Era bianco e grigio, non particolarmente bello anzi, a me puzzava un po’ e una volta mi morse un dito, ma Lucia impazziva per quella bestiola. Gironzolava liberamente per casa e te lo ritrovavi tra i piedi all’improvviso, a rischio inciampo. Un paio di volte ho anche tentato di -ops- pestarlo, ma poi mi dispiaceva per Lucia e comunque amavo già allora gli animali, così sopportavo anche quelli meno gradevoli.

Per molti anni non sono riuscita ad assaggiare il coniglio, pensando a Fuffi e a mia madre che ripeteva: “non fidarti, nei ristoranti ti danno il gatto!”. Traumi infantili.

Ho iniziato a gustarlo solo quando l’ho preso direttamente dall’allevatore e l’ho cucinato da sola.

Questa è una delle mie ricette preferite.

Coniglio con olive e pomodorini

Coniglio con olive

Per 4 persone

800 g di coniglio in pezzi

12 pomodori ciliegini

un bicchiere di vino bianco Cirò

una manciata di olive

un peperoncino piccante (se piace)

uno spicchio d’aglio

olio extra vergine d’oliva

un trito di rosmarino, timo, maggiorana, pepe nero in grani e sale grosso

Soffriggete in un tegame capiente l’aglio sbucciato e il peperoncino, poi schiacciateli e toglieteli.

Rosolate nell’olio i pezzi di coniglio, rigirandoli spesso, poi versate il vino bianco e lasciate evaporare.

Aggiungete i pomodorini tagliati a metà e le olive snocciolate, unite il trito e un mestolo di acqua e coprite.

Abbassate la fiamma e proseguite la cottura per un’ora circa, aggiungendo acqua se necessario.

Servite il coniglio con olive in pezzi, ricoperto dal suo condimento.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.