Goulash in slow cooker

Goulash in slowcooker

Il goulash ha origine dalla cucina povera dei pastori nomadi ungheresi, i gulyàs, dai quali prese il nome.

La lunga cottura della carne e la successiva essiccazione al sole, rendevano il goulash un’ottima fonte di sostentamento per il lunghi periodi che i pastori trascorrevano in viaggio.

Sempre di origine ungherese è l’utilizzo della paprika, ovvero polvere di peperone essiccato, più o meno piccante, anche se in origine non era previsto.

Altre aggiunte sono state fatte nel corso del tempo ed il piatto si è diffuso anche nelle regioni vicine, in particolare a Trieste, dove nasce la variante italiana più conosciuta, con l’aggiunta di altri ingredienti come le patate e il pomodoro.

Per gustarlo appieno, si consiglia di prepararlo il giorno prima e lasciarlo riposare.

Del goulash si parla oggi anche sul Calendario del Cibo Italiano, che gli dedica questa giornata

Goulash in slow cooker

Goulash in slowcooker

  • 700 gg carne (preferibilmente muscolo) a tocchetti
  • 1/2 kg di cipolla (bianca e rossa)
  • 2 cucchiai di paprika dolce
  • 1/2 cucchiaio di paprika forte
  • 1 cucchiaio di aromi a proprio gusto (rosmarino, timo, alloro, chiodi di garofano, noce moscata, bacche di ginepro) raccolti in un sacchetto di garza
  • un bicchiere di vino rosso
  • 200 ml di brodo di carne
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro (a piacere)
  • 2 cucchiai di burro
  • 1/2 kg di patate
  • sale e pepe

Affettate sottilmente la cipolla e fatela imbiondire nel burro in modalità HIGH per una decina di minuti.

Aggiungete la carne a lasciatela insaporire per altri 10/15 minuti.

Unite tutti gli altri ingredienti, comprese le patate a pezzi.

Fate cuocere in modalità SLOW per 8 ore.

Eliminate il sacchetto con gli aromi.

Togliete la carne e le patate e, se necessario, fate asciugare la salsa a fuoco alto.

Rimettete nel sugo la carne, eventualmente sfilacciata, e le patate leggermente schiacciate.

Amalgamate il tutto e servite il goulash caldo con crostini di pane.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.