Sbriciolata di pandoro agli agrumi

sbriciolata

La sbriciolata nasce dalla periodica, inevitabile esigenza di riciclare il pandoro avanzato.

In questo periodo è tutto un fiorire di suggerimenti per utilizzare due euro di dolci rimasti, spendendone altri dieci per acquistare panna montata, cioccolato, crema di nocciole, mascarpone, frutti di bosco e magari fragole.

Mi sembra un controsenso ed un suggerimento tutt’altro che “antispreco“.

Direi che utilizzare ingredienti semplici, che sicuramente sono già presenti in casa e sono, soprattutto, di stagione, sia il modo migliore per creare un nuovo dolce, da gustare per rendere più lieve il distacco dalle feste appena trascorse.

Ecco perché mi ritrovo a suggerirvi questa sbriciolata, molto semplice e di veloce realizzazione.

Quella che propongo è la ricetta che ho fatto io, ma vi suggerisco anche qualche variazione, qualora non vi ritrovaste in casa gli ingredienti necessari.

  • lo zucchero di canna si può sostituire con normale zucchero semolato
  • la crema di agrumi si può sostituire con marmellata o mele caramellate in padella con burro e zucchero
  • invece della maizena, si possono usare fecola di patate, o farina 00
  • al posto dello zucchero a velo potete spolverizzare con il cacao

[amd-zlrecipe-recipe:17]

La sbriciolata di pandoro agli agrumi è anche sulla nostra pagina Facebook, insieme a tante altre ricette, suggerimenti e notizie. CLICCA QUI.

Se, però, il pandoro è quello fatto in casa da voi, con ingredienti freschi e genuini e tutte le cure del caso, come in questa ricetta… béh, è difficile che ne avanzi.

Quella segnalata è la ricetta delle mitiche sorelle Simili, regine dell’impastamento. Può lasciare perplessi il fatto che un’amante del lievito madre come me abbia preso una ricetta a base di lievito di birra.

Vi dirò che è stato un pandoro di fortuna, fatto all’ultimo momento e quindi in qualche modo “rimediato”. Ma aveva poco da invidiare a quelli con lievito madre.

Di quelli fatti con il lievito madre ne posterò presto qualche ricetta. Si, dopo Natale. Lo sapete che sono strana, no?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.